Uncategorized

Cariche poliziesche a Pomigliano

Questa mattina, verso le ore 5,00, davanti ai cancelli di Pomigliano, la polizia, giunta lì in forze, e dopo aver messo sotto scorta i nostri compagni mobilitatisi per sostenere i cassintegrati in lotta, ha violentemente caricato i lavoratori presenti davanti agli ingressi 1 e 2.

Com’è noto, questi lavoratori, dopo mesi di cassa, esasperati da un peggioramento sempre più evidente della loro situazione, e non disposti a tollerare ulteriormente gli effetti degli Accordi-Capestro tra sindacati e Marchionne, cercavano di riaffermare il loro diritto sacrosanto al pieno reintegro in fabbrica, dal momento che la direzione “esige” pure i sabati lavorativi.

La carica più pesante da parte della polizia si è verificata all’ingresso 1, presidiato dai nostri compagni e dallo Slai Cobas. In conseguenza di essa, un compagno è stato colpito duramente e trasportato in ospedale.

All’altro ingresso, dove stazionavano in prevalenza i delegati della FIOM, nonostante la manifesta volontà di resistenza da parte di molti iscritti a questo sindacato, appena la repressione poliziesca si è messa in moto si sono aperti i varchi.

I picchetti duravano dalle ore 22 di ieri, ed avevano proprio lo scopo di far fallire questo vergognoso andazzo di collusione tra Direzione-Istituzioni-Sindacati collaborativi.

Questo nuovo evento di escalation repressiva, che si somma alle manganellate contro gli operai di Terni, ed alla dura repressione cui sono sottoposti i lavoratori delle Logistiche (licenziati perchè scioperano) la dice lunga sul clima che la borghesia sta preparando per milioni di sfruttati, qualora essi escano dal pecorume della “coesione sociale” e prendano in mano le loro sorti!

Mette anche in evidenza come la “preoccupazione” di governanti e sindacalisti di “dare lavoro ai giovani” sia solo una foglia di fico per favorire sempre e solo i padroni con “incentivi” di ogni sorta, scaricati sui proletari.

SE NON SI “UBBIDISCE” AL CAPITALE DANNO MANGANELLATE, NON LAVORO!!!

ORGANIZZIAMOCI PER USCIRE DALLA PASSIVITA’! COSTRUIAMO UN FRONTE DI LOTTA DAL BASSO CHE UNIFICHI E COLLEGHI LAVORATORI, PRECARI, DISOCCUPATI !!!

15.06.2013 – COMUNISTI PER L’ORGANIZZAZIONE DI CLASSE (COC)