Uncategorized

Lo sciopero a Bologna

Usciti alle sei dal magazzino i lavoratori della logistica si sono recati davanti al magazzino della Granarolo per bloccare i cancelli di questa multinazionale “del latte”. Circa 500 lavoratori disposti su due cancelli hanno bloccato i camion e l’attivit√† fino alle ore 11,15. I COBAS hanno scioperato tutti al 100 e anche questa sera fino alle ore 6 di domani si sciopera. 24 ore di blocco totale dei magazzini Dhl, Tnt, Bartolini, Sda, per citare i pi√Ļ importanti.

Domani una folta delegazione di operai della logistica si recheranno a Roma per sostenere la battaglia con importanti settori del movimento in lotta contro le politiche governative.

A Bologna con oggi √® iniziato lo stato d’agitazione per far entrare tutti i 51 lavoratori licenziati a luglio. Solo l’estensione della lotta garantir√† la loro rissunzione.

Premettiamo che fino ad oggi gli accordi di luglio sono stati disattesi, non  perch√© solo oggi formalmente hanno chiamato i lavoratori nelle aziende (che tra l’altro hanno rifiutato d’entrare perch√© proponevano assunzioni con periodi di prova di tre mesi, in contrasto con l’accordo di luglio), ma anche perch√© nell’accordo vi era scritto che ci saremmo incontrati il 29 settembre per discutere degli altri lavoratori ai quali non √® stato ancora prospettato i tempi e le aziende dove dovrebbero essere collocati e ci√≤ non √® ancora avvenuto. Nessun inganno potr√† passare, da oggi si √® dispiegata l’iniziativa per far entrare tutti i 51 lavoratori licenziati e ci√≤ deve avvenire in tempi brevi. SOLO LA LOTTA PAGA.

Bologna, 18.10.2013 – Aldo Milani per SI Cobas

Sulla stampa: ilfattoquotidiano.it     –   infoaut.org