Cobas

[TORINO]: PER SOTTOMETTERE TUTTI I LAVORATORI, SAFIM LICENZIA Mahmut, Said, Ahmid e Mohamed

Da oltre 2 anni alla SAFIM di None (appalto logistico dei supermercati DIMAR) si stà lottando per il rispetto dei più elementari diritti dei lavoratori.
Dopo  anni di  lavoro supersfruttato, di diritti negati, di lavoro nero rimosso con tombali illeciti e forzati,  dopo anni di schiavitù coperti da finte cooperative, dopo aver accumulato patrimoni e ricchezze sulle spalle dei lavoratori,  i “ Crivelli” titolari della SAFIM, con la solita cinica cattiveria che sempre li ha caratterizzati,  licenziano in tronco senza alcuna legittimità 4 lavoratori che in questi anni, hanno sempre lottato per difendere i diritti di tutti i lavoratori.
La SAFIM licenziando Mahmut, Said, Ahmid e Mohamed vuole via libera per TORNARE INDIETRO ai tempi dello sfruttamento selvaggio.

ALLA SAFIM NON SI DEVE TORNARE INDIETRO !
LA SAFIM DEVE RITIRARE i licenziamenti e riconoscere le Rappresentanze sindacali Sicobas.
LAVORATORI SICOBAS TORINO  

sicobastorino@gmail.com 
Corso Vigevano, 33 u

 
VENERDì  20  GENNAIO  dalle ore 19  SCIOPERO E BLOCCO ALLA SAFIM  ( VIA SUPEJA GALLINO – FRAZ. PALMERO  – NONE  – strada Candiolo – Orbassano )