CampaniaCobasIn EvidenzaInternazionale

[FCA] Lotto marzo e sabati lavorativi: il S.I. COBAS dichiara sciopero l’8 e 9 marzo!

IL SI COBAS FCA DICHIARA 8 ORE DI SCIOPERO PER OGNI TURNO DI LAVORO PER L’8 MARZO.

LE OPERAIE E GLI OPERAI PER LA LIBERAZIONE DALLA SCHIAVITÙ PADRONALE.

SI COBAS FCA



SCIOPERO PER SABATO 9 MARZO IN FCA POMIGLIANO PER TUTTA LA GIORNATA.

Se si sciopera nello stampaggio perché non scioperare in tutta la fabbrica?

I provvedimenti di innalzare sia turni che ritmi di lavoro dilaga in tutta la fabbrica, anche al montaggio gli operai saranno COSTRETTI al regime di lavoro al sabato a partire dal 9 marzo senza ricevere un euro in più per la giornata di lavoro.

Solo con l’unità di tutti gli operai possiamo realmente piegare la Fiat e i suoi servi sindacali che in questi giorni stanno affilando le unghie in difesa degli interessi del padrone.

ALLORA SABATO RISPONDIAMO IN MASSA ALLO PROCLAMAZIONE DELLO SCIOPERO.

SI COBAS FCA


FIOM SERVA DEI PADRONI 

Quando uno si domanda come mai la sinistra in Italia è sparita, basti leggere questo comunicato delle RSA della FCA della FIOM di Pomigliano D’Arco

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10218459603510728&set=a.3167151787065&type=3&theater

La sintesi di questo comunicato sta in “La FIOM propone la sospensione delle iniziative di sciopero al fine di riaprire il confronto tra lavoratori e azienda”.

Sta tutta qua la fregatura della sinistra e che rende l’intero comunicato una presa per i fondelli.

Certo, i padroni, se tu smetti di scioperare, saranno disposti ad ascoltarti.

Io, in tutte le vertenze che ho visto e seguito, ho sempre constatato che i padroni si siedono solo quando gli fai capire che non sei disposto a cedere.

Qua invece si propone di cedere prima di sedersi al tavolo.

Estinguetevi, siete solo un tumore per la classe operaia.

Oramai gli operai in alcune grandi fabbriche hanno dimostrato che possono scioperare solo contro l’opinione dei dirigenti sindacali.

È una tendenza che si vede in tutta Europa.

Un operaio Fiat-Fca, già delegato sindacale e ora licenziato politico