Approfondimenti politiciCobasIn EvidenzaInternazionaleLogistica

[COMUNICATO] Dhl: facchini e driver si uniscono nella lotta contro i licenziamenti e per le piattaforme sindacali

FACCHINI E DRIVER SI UNISCONO NELLA LOTTA CONTRO I LICENZIAMENTI E PER LE PIATTAFORME SINDACALI

Milano, 17/03/2019

Dopo un’intensa settimana di scioperi diffusi sul territorio nazionale che hanno coinvolto i maggiori hub e le principali filiali del nord Italia di DHL, si è svolta nella giornata odierna un’assemblea dei delegati S.I. Cobas con l’obiettivo di definire la linea di lotta e di ribadire gli obiettivi comuni.

Nonostante l’impiego massiccio di reparti di Polizia, in linea con la legge governativa sulla “sicurezza”, così come avviene ormai in ogni picchetto, e le menzogne diffuse dall’azienda, dai fornitori e dai sindacati complici per nascondere la natura politica dei licenziamenti di Cassano Magnago, unitariamente si espressa la volontà di continuare la battaglia attraverso la pratica della solidarietà operaia fino alla vittoria.

Se toccano uno toccano tutti.

Perciò da tutti gli interventi dei delegati accorsi si è ribadito che lo stato d’agitazione e gli scioperi non si fermeranno finchè gli autisti licenziati per aver scioperato non saranno reintegrati e il sindacato non sia rispettato e riconosciuto, con l’applicazione delle nostre piattaforme, per i driver e i facchini.

Esecutivo nazionale S.I. Cobas – Assemblea dei delegati DHL Express