Approfondimenti politiciCampaniaCobas

[NAPOLI] Campagne elettorali sulla pelle dei disoccupati? No Grazie! Il 10/4 concentramento in piazza del Gesù

CAMPAGNE ELETTORALI SULLA PELLE DEI DISOCCUPATI?
NO GRAZIE, LAVORO O NON LAVORO: DOBBIAMO CAMPARE!

Il Concentramento ore 10 in Piazza del Gesù a Napoli:https://www.facebook.com/events/1047377782119378/

Mentre si prepara una nuova infornata di 70 raccomandati nelle società miste, con in testa la Sma Campania, entro il prossimo il mese sarà pubblicato il bando concorso della Regione Campania. 18 mesi di formazione per un “Piano Lavoro” che “prevede” 10mila assunzioni nella Pubblica Amministrazione per un costo di 104 milioni di euro di Fondi Europei e 8 milioni in una società che assumerà 70 tra parenti ed amici dei consiglieri regionali.

Città Metropolitana approva un bilancio in cui si svincolano centinaia di milioni di euro di avanzo libero, finora tenuti bloccati.

Milioni che possono essere investiti per il lavoro, il diritto all’abitare e così via.

Il Comune di Napoli approva un bilancio in cui dichiara di voler “migliorare i servizi pubblici” con nuove centinaia di nuove assunzioni nelle società partecipate.

Quali sono i criteri, le modalità, i tempi?

Un mese fa il Ministero del Lavoro si era impegnato a trovare incentivi per i progetti che abbiamo presentato.

Ancora non abbiamo risposte: la principale forza di Governo, che siede da 4 anni nel consiglio regionale, il Movimento 5 Stelle, dalle proprie pagine facebook condivide le azioni del Movimento dei Disoccupati solo per utilizzarli strumentalmente nella battaglia politica.

Nessuno dei consiglieri regionali e comunali o dei/delle portavoce si impegna a convocare i disoccupati e ad ascoltare la richiesta sui limiti e sulla necessità di allargare i requisiti del “reddito di cittadinanza”, trovando gli strumenti per la realizzazione dei progetti per il lavoro che da anni le vertenze propongono.

L’unica risposta concreta che abbiamo ricevuto è il Decreto Sicurezza della Lega Nord.

Una legge che afferma di voler “combattere la clandestinità”, ma che non solo l’aumenta: è una legge che attacca tutti e tutte i proletari che si organizzano per lottare per i propri diritti, indipendentemente se essi siano italiani o meno, aumentando le pene contro chi sciopera e la criminalizzazione e la repressione di tutte le lotte sociali.

I disoccupati e le disoccupate sono stanchi di aspettare.

Non abbiamo governi o istituzioni amiche.

Vogliamo risposte concrete: gli impegni assunti vanno mantenuti.

LAVORO O NON LAVORO: DOBBIAMO CAMPARE!
LAVORARE TUTTI, LAVORARE MENO!

SPEGNI LA TELEVISIONE, ACCENDI IL CERVELLO:
PARTECIPA, ORGANIZZATI, LOTTA!

MOVIMENTO DI LOTTA – DISOCCUPATI 7 NOVEMBRE

Iscriviti ed informati ai nostri sportelli in tutta Napoli da Bagnoli a Soccavo, da Scampia a Garibaldi, passando per Montesanto.

Facebook: Movimento di lotta disoccupati 7 novembre
Email: mov7nov@gmail.com