Approfondimenti politiciCobasImmigrazioneInternazionaleLogisticaLombardia

[PENNYMARKET] Brescia, sciopero dei lavoratori Servizi Associati: al picchetto solidarietà operaia da Milano, Parma e Alessandria

PERCHÉ SE I PADRONI LICENZIANO I LAVORATORI, NOI LICENZIAMO I PADRONI!

ALLA LOTTA!

Ieri, grande giornata di lotta alla Penny Market di Desenzano del Garda a fianco dei facchini licenziati da Servizi Associati, con la solidarietà di Milano, Parma, Alessandria e del Collettivo Gardesano Autonomo!

RASSEGNATEVI PADRONI, NOI NON LI LASCEREMO SOLI!

La solidarietà è un’arma che fa male e paura agli sfruttatori della forza lavoro… e noi la usiamo.!

S.I. Cobas

IL VIZIETTO DI SERVIZI ASSOCIATI E PENNY MARKET

NEL 2017 RACHID, LAVORATORE DI SERVIZI ASSOCIATI E IN FORZA DA TANTI ANNI PRESSO LA PENNY MARKET DI DESENZANO DEL GARDA, ERA STATO LICENZIATO SEMPRE CON L’ESPEDIENTE DELL’ESCLUSIONE DA SOCIO PERCHÉ MALATO DI TUMORE IN FASE ORMAI TERMINALE.

AVEVAMO CHIESTO ALLE AZIENDE, SU RICHIESTA DELLA FAMIGLIA, DI NON LICENZIARLO PER EVITARE A LUI ANCHE QUESTO DOLORE, CI TENEVA AL SUO LAVORO.

IL VOLTO FEROCE E DISUMANO DI SERVIZI ASSOCIATI E PENNY MARKET AVEVANO NEGATO ANCHE QUESTO ATTO DI UMANITÀ.

QUESTO SONO SERVIZI ASSOCIATI E PENNY MARKET!


“Rachid era un magazziniere che lavorava presso la Penny market di Desenzano del Garda a Brescia, costretto a letto da una malattia grave, superato il comporto di malattia la cooperativa Servizi Associati fornitrice dell’appalto, lo aveva licenziato.

A febbraio Rachid pareva essersi ripreso e aveva chiesto alla cooperativa la possibilità di usufruire di un periodo di aspettativa, lo aveva chiesto per rimanere agganciato alla speranza di poter rientrare al lavoro qualora le sue condizioni fossero migliorate.

La cooperativa aveva negato questa possibilità: non sei più utile quindi sei fuori! I suoi compagni si erano battuti per dare a Rachid questa speranza che, in fondo, non costava nulla alla cooperativa ma era importante per Rachid.

Rachid non ce l’ha fatta, ha perso la battaglia contro la malattia che lo ha divorato.

Ha sempre sostenuto, con la solidarietà e il conforto, le battaglie intraprese dai suoi colleghi contro quella stessa cooperativa che negli ultimi momenti della sua vita gli ha negato anche la dignità. I suoi compagni oggi lo piangono e le prossime battaglie saranno dedicate a lui!

Buon viaggio Rachid.

CHI HA COMPAGNI NON MUORE MAI!

22 maggio 2017,

S.I. Cobas Brescia