CobasToscana

[PRATO] Tintoria 2020: dopo 18 giorni di sciopero, nuovo accordo per i lavoratori che conquistano salario, diritti e dignità

TINTORIA 2020

DOPO 18 GIORNI DI SCIOPERO UN ALTRO ACCORDO PER I DIRITTI E LA DIGNITÀ NEL DISTRETTO

Si è concluso ieri lo sciopero ad oltranza iniziato il 3 dicembre dei lavoratori della Tintoria 2020 di via Gora del Pero, nel cuore del Macrolotto.

Con l’accordo firmato sette lavoratori verranno stabilizzati e regolarizzati. Rientreranno al lavoro anche i dipendenti che erano stati allontanati dopo la loro adesione al sindacato.

A tutti sarà garantito il pieno rispetto del CCNL e degli orari di lavoro e quindi il diritto al riposo, alle ferie, alla malattia, alla tredicesima e tutti diritti stabiliti dalle norme e dal contratto nazionale.“8×5”: otto ore per cinque giorni.

E’ partita da qui e così continua la piccola rivoluzione che il nostro sindacato sta portando avanti nel distretto tessile, dove turni di 12 ore al giorno per sette giorni la settimana sono diventati negli anni la norma e un sistema arcinoto di illegalità imprenditoriale trae profitto dal super sfruttamento di migliaia di lavoratori.

Solo un anno e mezzo fa, quando iniziavamo i primi scioperi nelle tintorie a conduzione cinese, in molti dicevano che eravamo pazzi a pensare di cambiare qualcosa che non sarebbe mai cambiata, oppure “buoni solo a fare caos”.

Dopo la recente vittoria di Novembre alla Sunshine, che ha portato alla regolarizzazione di 20 lavoratori, si tratta dell’ennesimo passo nella direzione di riconquistare diritti e dignità del lavoro nel distretto.

E’ la prova che la lotta paga, e che il sindacato può e deve essere qualcosa di diverso da un erogatore di servizi agli iscritti ed essere invece in prima linea al fianco dei lavorati che rivendicano i loro diritti.

23 dicembre

S.I. Cobas Prato e Firenze