CobasdisoccupatiPiemonte

[TORINO] Il 10/6 assemblea pubblica contro sblocco licenziamenti, disoccupazione e precarietà a Porta Palazzo

Continua la crisi economica e sociale ma il governo Draghi ha già deciso, su pressione di Confindustria: via il blocco dei licenziamenti, ovvero via ai licenziamenti di massa.

In una situazione di grave difficoltà per tutti i lavoratori, aumenteranno ancora di più disoccupazione e precarietà.

Intanto, Stato e padroni colpiscono con la repressione i lavoratori che si organizzano nella lotta contro i licenziamenti (come gli operai della multinazionale Fedex-Tnt) e gli operai in lotta per migliorare le loro condizioni di lavoro e di vita.

In particolare, sotto attacco è la libertà di organizzarsi – anche sindacalmente – e di manifestare – anche facendo sciopero.

A Torino, sono più di 200.000 i lavoratori disoccupati e precari che ogni giorno affrontano grandi difficoltà per sopravvivere con le loro famiglie; a dicembre 2020, il 99% delle persone che hanno perso il lavoro sono state donne.

Il via ai licenziamenti di massa colpirà ancora le categorie delle persone più deboli – donne, giovani, immigrati – ma soprattutto quelle categorie di lavoratori “essenziali” più sfruttati durante la pandemia Covid.

Per organizzare una risposta di lotta unitaria, convochiamo un’Assemblea pubblica il 10 giugno alle ore 18 a Porta Palazzo sotto la tettoia della Torre dell’orologio.

Invitiamo a partecipare all’Assemblea tutti i lavoratori, disoccupati, precari, il sindacalismo conflittuale e le realtà di movimento: per preparare una risposta efficace ad affrontare questa nuova fase della crisi.

S.I. Cobas Torino