[FINALE EMILIA] Titan: sciopero ad oltranza e blocco delle merci!

Esattamente due anni fa, ottobre/novembre 2014, la Titan attuò un programma di ridimensionamento, chiudendo quasi uno stabilimento intero a Bologna (Valsamoggia), lasciando lo stabilimento con solo36 operai e 16 impiegati, 85 licenziamenti e circa 70 trasferimenti nello stabilimento di Finale Emilia. Da questa vertenza ci fu un ampliamento dello stabilimento di Finale Emilia, nuovo capannone con trasferimento di 9 presse delle 16 di Valsamoggia; nuovo edificio per gli uffici; pochi investimenti concreti per ottimizzare la produzione…Tutto questo movimento di macchine e operai è stato definito in un accordo in regione, dove si prevedeva che la Titan di Finale Emilia dovesse essere il cuore produttivo della multinazionale con più di 5 milioni di euro d’investimento e un progetto industriale e occupazionale basato su un periodo minimo di 5 anni.

Leggi tutto...

[TORINO]: Comunicato sull'ispezione al Caat

Dopo mesi di pressione e dopo lo sciopero del 21 ottobre al Caat, finalmente la giunta Appendino si muove in massa verso il Caat.
Stamattina alle 5 una numerosa schiera di assessori , consiglieri e membri di commissioni hanno visitato i mercati generali Caat con la movimentazione in corso. Insieme una nostra delegazione sindacale e alcuni membri della direzione del Caat. Si è passati tra gli stand e le corsie, salutando lavoratori e operatori. Alla fine del percorso si è deciso per il 1 dicembre un incontro con i consiglieri, la direzione Caat ,un rappresentante delle cooperative e la delegazione sicobas.

Leggi tutto...

[NAZIONALE] SDA: i lavoratori organizzati nel S.I. Cobas strappano una nuova vittoria!

Ieri, dopo una lunga giornata di lotta e uno sciopero che ha visto protagonisti 1200 facchini e che ha coinvolto I magazzini di tutta Italia le nostre ragioni vengono pienamente accolte. Lo sciopero era partito da Carpiano e si e' esteso in modo sincronizzato in tutto lo stivale. SE TOCCANO UNO, TOCCANO TUTTI! A Carpiano nonostante l'intervento della polizia in antisommossa contro chi era in sciopero e dei delegati del Sol Cobas, che minacciavano di fare un bagno di sangue nella misura che avrebbero scagliato i loro iscritti all'interno del magazzino contro gli scioperanti: Per poi venire scofessati dai loro iscritti I quali in buona parte erano d'accordo con gli scioperanti e mai avrebbero attaccato i loro fratelli di classe. Ancora una volta il SI Cobas ha dimostrato che gli operai uniti sono una fortezza difficile da sconfiggere e con cui fare I conti!

[GIORNALI&STAMPA] Articolo de Il Manifesto sull'accordo nazionale sottoscritto con Fedit

Sul quotidiano Il Manifesto di oggi (10 Novembre 2016) una sintesi dell'importante traguardo raggiunto con la stipula degli accordi nazionali di 2° livello con 4 tra i più importanti corrieri della logistica (Tnt, Brt, Gls e Sda). Dopo anni di dure lotte, scioperi e picchetti in tutto il centro-nord, l'accordo stipulato lo scorso 6 ottobre, oltre a ribadire ed estendere quanto contenuto nei precedenti accordi nazionali (clausola di salvaguardia dell'occupazione in caso di cambio appalto, progressivo superamento della figura di socio-lavoratore, istituti contrattuali pagati sempre al 100% sulle 168 ore, malattie ed infortuni pagati integralmente, passaggi di livello automatico in base all'anzianità) introduce ulteriori miglioramenti per le condizioni di lavoro dei facchini, quali:

Leggi tutto...

[NAZIONALE] Logistica: firmati accordi di portata storica con i principali corrieri del settore!

Agli inizi del mese di ottobre sono stati siglati veri e propri accordi di valenza nazionale, tra le OO.SS. Adl Cobas e Si Cobas e alcuni dei principali corrieri presenti in italia che riguardano, in parte molti degli obiettivi già raggiunti con accordi di magazzino direttamente con i fornitori, con l'aggiunta di ulteriori aspetti migliorativi. Si tratta di accordi che vanno nella direzione indicata dal formidabile ciclo di lotte di questi ultimi anni e che segnano un rivoluzionamento delle relazioni sindacali, andando a formalizzare i rapporti di forza in essere, fuori da ogni normativa esistente sulla rappresentanza e sui diritti formali previsti dalle norme contrattuali.

Leggi tutto...

[GIORNALI&STAMPA] Le operaie di stradella di ribellano ad H&M

Pubblichiamo di seguito articolo uscito sulla rivista Internazionale e che racconta la lotta delle lavoratrici H&M di Stradella. Buona lettura. Un giorno ti alzi alle 2 del mattino per arrivare al lavoro alle 4. Altre volte entri alle 6. Non sai ancora se alle 11 ti diranno di andare a casa o se andrai avanti fino al pomeriggio. Il giorno dopo magari fai il turno di notte: entri a mezzanotte per uscire alle sei del mattino, ma forse anche a mezzogiorno.“Fare dodici ore non è raro. Una volta è capitato per 26 giorni consecutivi, neppure una domenica di riposo.

Leggi tutto...

Cassa di Resistenza

  • Sostieni le lotte - Diffondi la solidarietà

E' a partire dal 2008 che nell'intero settore della logistica si è sviluppato e radicato un ampio movimento di lotte autorganizzate che ha coinvolto centinaia di lavoratori e lavoratrici dei principali siti distribuiti sul territorio nazionale. 

Read More

Eventi

Ottobre 2017
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube