[NAPOLI] Non si può continuare a vivere per anni sul ciglio del burrone!

NON SI PUO’ CONTINUARE A VIVERE PER ANNI SUL CIGLIO DEL BURRONE DEI LICENZIAMENTI! di Giorgio Cremaschi

"L'intero quadro politico istituzionale che , da sinistra a destra, ha coperto le insane politiche della Fiat è corresponsabile di queste morti insieme alle centrali confederali. Dopo aver lucrato negli anni scorsi finanziamenti pubblici multimiliardari, lo speculatore Marchionne chiude e ridimensiona le fabbriche Italiane e delocalizza la produzione all’estero per fare profitti letteralmente sulla pelle dei lavoratori che sono costretti ormai da anni alla miseria di una cassa integrazione senza fine ed a un futuro di disoccupazione. A Pomigliano l’unica certezza dei cinquemila lavoratori consiste nella lettera di altri due anni di cassa integrazione speciale e cessazione dell’attività di Fiat Group Automobiles nella consapevolezza che buona parte di loro non saranno assunti da fabbrica Italia. Il tentato suicidio di oggi di Carmine P., cui auguriamo di tutto cuore di farcela, il suicidio di Agostino Bova dei giorni scorsi, che dopo aver avuto la lettera di licenziamento dalla fiat per futili motivi è impazzito dalla disperazione ammazzando la moglie e tentando di ammazzare la figlia prima di togliersi la vita, sono solo la punta iceberg della barbarie industriale e sociale in cui la Fiat sta precipitando i lavoratori..."

Leggi tutto...

[PIACENZA] Una giornata in piazza per rilanciare la lotta in ricordo del compagno Abd Elsalam!

Sabato 17 settembre, alla manifestazione per la morte di un facchino presso la GLS di Piacenza, il S. I Cobas era presente in massa con i propri fratelli di classe di tutto il mondo per gridare forte la rabbia e il dolore per una morte assurda, e per alzare la bandiera dell'unità di tutti i lavoratori gridando, come si fa sempre davanti ai cancelli,: "se toccano uno toccano tutti". Pur avendo chiesto con forza a USB di fare iniziative in comune davanti alla morte di un operaio, ci hanno detto di no. Avremo tempo di tornare sull'argomento, oggi c'è ancora troppa emozione quindi niente polemiche.

Leggi tutto...

[SI COBAS] SCIOPERO DI SOLIDARIETA' ALLA GLS CASTEL DI LEVA E DI RIANO!

Stamattina 16 settembre, il lavoratori del nostro cobas di drivers (autisti) del magazzino della GLS di Roma, filiale di castel di Leva, hanno effettuato uno sciopero di due ore - inizio turno - in solidarietà con il lavoratore travolto da un camion della GLS che tentava di forzare il picchetto durante uno sciopero indetto dalla USB al magazzino di Piacenza della GLS.
Per lo stesso motivo i lavoratori del SI COBAS dell'HUB GLS di Roma - Riano hanno scioperato insieme ai lavoratori della USB nello sciopero spontaneo partito nelle prime ore della mattinata di ieri non appena è giunta la notizia in magazzino.

Leggi tutto...

[PIACENZA] Gls: un compagno lavoratore in sciopero é morto schiacciato da un camion!

Apprendo a quest'ora una grave notizia: questa sera nel turno di notte un lavoratore iscritto all'USB durante uno sciopero indetto da questa organizzazione è stato investito da un camion nel magazzino GLS di Piacenza ed è morto sul colpo. Piango un nostro compagno che nella lotta per fare valere i propri diritti ha perso la vita. Onore a lui e condoglianze alla famiglia che ha perso il proprio caro in lotta per una causa in difesa degli interessi della propria classe. Nella prima mattinata, di oggi 15 settembre,le direzioni del SI Cobas e dell'Adl Cobas si riuniranno per prendere delle iniziative con lo scopo di rimarcare la solidarietà di tutti i nostri iscritti a livello nazionale.

Leggi tutto...

[FOGGIA] Continua la lotta dei lavoratori delle campagne per i documenti!

Nella giornata di ieri 7 settembre si è svolto un incontro tra il Comitato dei Lavoratori delle Campagne, la Rete Campagne in Lotta e il Questore di Foggia, alla presenza dei dirigenti dell’ufficio immigrazione. L’incontro è frutto del processo di mobilitazione dei lavoratori agricoli della provincia di Foggia, che continua da oramai un anno per richiedere la regolarizzazione delle migliaia di braccianti irregolari presenti sul territorio. Il 25 agosto scorso, alla luce del perdurare delle gravi condizioni che denunciamo da anni, un nuovo sciopero dei lavoratori ha bloccato per ore la filiera del pomodoro, rilanciando la lotta. Il miglioramento generalizzato delle condizioni dei lavoratori passa per la riorganizzazione dell’intera filiera agricola, ma non può non tenere conto del processo di regolarizzazione giuridica. E’ impossibile oggi lavorare in Italia senza un regolare permesso di soggiorno, o quantomeno è possibile ma senza contratti e con ancora meno tutele, e con una ricattabilità ancor maggiore. Ottenere i documenti per i cosiddetti lavoratori “irregolari” risulta essere oggi un passaggio fondamentale senza il quale diventano inutili anche misure come il DDL contro il caporalato, o il protocollo d’intesa tra Regioni e Ministeri, già ricchi di provvedimenti poco utili ed efficaci nello smontare il meccanismo dello sfruttamento in agricoltura.

Leggi tutto...

Cassa di Resistenza

  • Sostieni le lotte - Diffondi la solidarietà

E' a partire dal 2008 che nell'intero settore della logistica si è sviluppato e radicato un ampio movimento di lotte autorganizzate che ha coinvolto centinaia di lavoratori e lavoratrici dei principali siti distribuiti sul territorio nazionale. 

Read More

Eventi

Giugno 2017
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1
20/09/2016 - Intervento Mimmo Mignano

20/09/2016 - Intervento Mimmo Mignano

321 sec. Visite: 72
Data: 21 09 2016
Youtube
20/09/2016 Corteo a Napoli

20/09/2016 Corteo a Napoli

1920 sec. Visite: 38
Data: 21 09 2016
Youtube
24/08/2016 Presidio informativo davanti al negozio H&M di Milano!

24/08/2016 Presidio informativo davanti al negozio H&M

162 sec. Visite: 413
Data: 24 08 2016
Youtube
23/08/2016 H&M Altri operai si uniscono alla lotta!

23/08/2016 H&M Altri operai si uniscono alla

109 sec. Visite: 323
Data: 24 08 2016
Youtube