[NAPOLI] Divisi siamo niente, uniti siamo tutto!

Mentre nel paese si succedono sgomberi, licenziamenti, repressione nei luoghi di lavoro, aumento dello sfruttamento e della precarietà, mentre il governo Gentiloni programma “il reddito di inclusione” (un elemosina del tutto insufficiente e propagandistica) riteniamo necessario rafforzare il piano della mobilitazione e della lotta.
All'interno della nostra partecipazione più ampia a quello che è il lavoro di ricomposizione di classe (lavoratori e disoccupati) sul territorio cittadino e nazionale (in vista dello sciopero del 27 Ottobre) riteniamo e crediamo sia opportuno ricostruire alcuni passaggi centrali della nostra battaglia.
Ecco la verità sulla nostra vertenza: a loro la vergogna e gli show, a noi i fatti e il merito delle questioni e dei problemi sociali. Riteniamo necessario ed utile ricostruire, pubblicando solo una parte degli ultimi verbali ed incontri fatti, la nostra vertenza e vicenda in maniera tale da far luce sulle responsabilità politiche e sugli impegni che le parti istituzionali hanno presto e non lasciare che l'attenzione si sposti sullo scontro interistituzionale e non sul merito delle nostre rivendicazioni come Movimento di Lotta –Disoccupati 7 Novembre. Riportiamo in virgolettato quindi anche gli ultimi passaggi più significativi.

Leggi tutto...

[CARNE DA MACELLO]: Venerdì 15/09 presentazione di libro e documentario a Castel nuovo Rangone

VENERDI' 15 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 20, SALA DELLE MURA VIA CONCILIAZIONE CASTEL NUOVO RANGONE.

“CARNE DA MACELLO” APPRODA A CASTELNUOVO RANGONE IN PROVINCIA DI MODENA TEATRO DELLA VERTENZA GLOBAL CARNI ALCAR1.
IL LIBRO-INCHIESTA SCRITTO PER  FAR CONOSCERE LE LOTTE IN ESPANSIONE  DEI FACCHINI ORGANIZZATI NEL SI.COBAS  CONTRO IL SISTEMA DI  SCHIAVITU’ SALARIALE DELLE COOPERATIVE E ALLO STESSO TEMPO PER CONTRASTARE L’ATTACCO PIU’ VILE E PIU’ DURO CHE QUESTE LOTTE ABBIANO SUBITO DALL’AZIONE COMBINATA DEI PADRONI,DELLA MAGISTRATURA E DEI MASS MEDIA.

Leggi tutto...

[FINCANTIERI]: Arruolati nella guerra alla Francia, o uniti nella lotta internazionalista ai padroni e ai governi di Roma e Parigi?

 
Due note sulla vicenda Fincantieri/Chantiers de l'Atlantique, a partire dai fatti.
I fatti sono noti. Macron ha deciso di nazionalizzare "a tempo" i Chantiers de l'Atlantique di Saint-Nazaire: non vuole che Fincantieri, che li ha appena comprati, abbia il controllo su di essi. Pretende che il controllo sia a metà: 50-50, invece che 67-33 a favore des italiens. Altrimenti, minaccia, non se ne fa nulla.
Immediata la reazione del boss di Fincantieri, Bono: "Siamo italiani ed europei, ma non possiamo accettare di essere trattati da meno dei coreani" (stava dicendo: da meno dei musi gialli, ma si è trattenuto per via dei grossissimi affari in ballo con la Cina). Altrettanto secco il ministro Calenda: "Non accettiamo di ridiscutere sulla base del 50-50". Intorno, il coro della 'libera stampa' a suonare la stessa canzone, stesse note, stesse parole, ritornelli, etc., e gonfiare le vene del nazionalismo italiano, dell'orgoglio nazionale italiano contro lo sciovinismo francese e Macron, fino a ieri il bel salvatore dell'Europa, divenuto ora un secondo orrido Marine Le Pen...

Leggi tutto...

[ANALISI] A proposito di jus soli e di razzismo tra gli operai...

*** Pietro Basso (Il cuneo rosso) - Aldo Milani (SI-Cobas)
 
Mentre è in atto l'osceno balletto del rinvio della legge sullo jus soli, con la retromarcia del governo Gentiloni e l'annessa gara a chi, tra M5S, Lega, Forza Italia e la restante congrega anti-immigrati, l'ha provocata, proviamo a mettere qualche punto fermo basilare a riguardo, parlando - è consentito ancora? - da comunisti internazionalisti.
Anzitutto per ricordare come fu impostata e risolta la questione un secolo fa nella Russia sovietica. Art. 2 della Costituzione: "In conseguenza della solidarietà tra i lavoratori di tutti i paesi, la Repubblica socialista sovietica federativa russa riconosce tutti i diritti politici dei cittadini russi a coloro che risiedono nel territorio della Repubblica russa, hanno un lavoro e appartengono alla classe operaia. La Repubblica socialista sovietica federativa russa riconosce inoltre il diritto dei soviet locali di garantire la cittadinanza a questi stranieri senza complicate formalità". Questo è quanto. Altro che la celebre Costituzione italiana nata dalla resistenza!

Leggi tutto...

Cassa di Resistenza

  • Sostieni le lotte - Diffondi la solidarietà

E' a partire dal 2008 che nell'intero settore della logistica si è sviluppato e radicato un ampio movimento di lotte autorganizzate che ha coinvolto centinaia di lavoratori e lavoratrici dei principali siti distribuiti sul territorio nazionale. 

Read More

Eventi

Agosto 2018
D L M M G V S
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube
S.i. cobas nazionale

0 sec. Visite: 0
Data: 30 11 -0001
Youtube