RIUNIONE RSU - AZIENDA DEL 28 GIUGNO 2016 - POT : “PUBBLICO OSPEDALE TAGLIATO”

La Direzione Generale ha illustrato il prossimo futuro dell'ospedale di Bollate.
Ha dichiarato che rimarranno tutti i servizi attuali, incrementati con ulteriori attività ambulatoriali ed uno sportello unico alla persona per l'orientamento dei pazienti cronici.
Tutta l'attività legata agli interventi chirurgici sarà trasferita. In questo nuovo assetto, per alcuni servizi, sarebbe previsto, un allungamento dell'offerta all'utenza in termini di ampliamento dell'ambito orario di lavoro, dalle 08.00 alle 18 nei giorni settimanali, ed il sabato dalle 08.00 alle 13.00. Di primo acchito, se facessimo finta di essere atei sull'argomento, ci verrebbe spontaneo festeggiare.

Evviva!


Quanti servizi offerti al cittadino, ed anche a noi lavoratori che pur sempre cittadini siamo, e dopotutto paghiamo le tasse.
PENSANDOCI BENE … PER COSA DOVREMMO FESTEGGIARE?
Facciamo prima un piccolo passo indietro.

Nel 2010, quando a livello regionale si parlava del progetto Ospedali a Rete, noi delegati del S.I. Cobas distribuimmo un volantino intitolato "NUOVO OSPEDALE DI GARBAGNATE...E DI QUELLI VECCHI CHE NE FARETE?”, ove si denunciava il pericolo dello svuotamento dei piccoli ospedali a fronte dell'approvazione del progetto di costruzione del nuovo presidio di Garbagnate. Dieci ospedali nell'arco di 7 Km. Qualcuno doveva pur finire nella rete. DETTO …. FATTO!
Ecco solo alcuni dati:
  • POSTI LETTO EX OSPEDALE DI BOLLATE DA 252 ACUTI + 25 DAY HOSPITAL PER ACUTI A 0 POSTI IN ASSOLUTO.
  • CHIUSURA TOTALE DEL NUOVO BLOCCO OPERATORIO E DELL'ENDOSCOPIA A DANNO DEI CITTADINI E SOLDI PUBBLICI SPRECATIPER LA RECENTE RISTRUTTURAZIONE
  • ED IL PADIGLIONE 70? CI AUGURIAMO DI NON ESSERE INFORMATI SU ULTERIORI SCANDALI COME IL RECENTE SULL'ODONTOIATRIA.

Ci duole leggere dichiarazioni di complimenti e congratulazioni al presidente della regione che è stato il fautore di questa drastica ristrutturazione.
Ci duole leggere dichiarazioni che annunciano l'allungamento dell'orario di lavoro con lo stesso personale attualmente in forza.
L’art. 7 comma 14 L.R. n. 23/2015 riforma sanitaria lombarda prevede:
LE ASST GESTISCONO I POT E I PRESST DIRETTAMENTE, OVVERO ANCHE MEDIANTE LA STIPULAZIONE DI ACCORDI TRA LE STESSE E ALTRI SOGGETTI EROGATORI ACCREDITATI
QUESTA È LA PRIVATIZZAZIONE, E COSA NE SARÀ DEI LAVORATORI?

Ci duole ricevere una risposta evasiva ad una nostra richiesta di delucidazione sull’eventualità di una futura privatizzazione dei servizi pubblici, a partire da quelli territoriali come i POT.
Ci chiediamo, come si possa garantire una adeguata assistenza sanitaria senza dare prospettive a chi concretamente ha a che fare con l'utenza.
Per queste motivazioni non festeggiamo e non ci congratuliamo con nessuno perchè chi non ha memoria non ha futuro.

Cassa di Resistenza

  • Sostieni le lotte - Diffondi la solidarietà

E' a partire dal 2008 che nell'intero settore della logistica si è sviluppato e radicato un ampio movimento di lotte autorganizzate che ha coinvolto centinaia di lavoratori e lavoratrici dei principali siti distribuiti sul territorio nazionale. 

Read More

Eventi

Marzo 2017
D L M M G V S
26 27 28 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1
16/03/2017 - Alcar Uno: manganellate, calci e pugni sui lavoratori in picchetto

16/03/2017 - Alcar Uno: manganellate, calci e

446 sec. Visite: 256
Data: 16 03 2017
Youtube
10/02/2017 - Nuove cariche sugli operai in lotta all’Alcar Uno (gruppo Levoni)

10/02/2017 - Nuove cariche sugli operai in

2880 sec. Visite: 247
Data: 10 02 2017
Youtube
02/04/2017 - Modena: una grande giornata di lotta!

02/04/2017 - Modena: una grande giornata di

182 sec. Visite: 323
Data: 05 02 2017
Youtube
04/02/2017 - Intervento lavoratore Alcar Uno (Levoni)

04/02/2017 - Intervento lavoratore Alcar Uno (Levoni)

78 sec. Visite: 195
Data: 05 02 2017
Youtube