Cobas

[COMUNICATO] Solidali e complici col movimento No Tav

SOLIDALI E COMPLICI COL MOVIMENTO NO TAV

31 anni e 10 mesi di reclusione: questa la condanna complessiva inflitta stamani dal Tribunale di Torino per 16 manifestanti dai 26 ai 73 anni per gli incidenti avvenuti al corteo del 28 giugno 2015.

A quanto pare la filosofia di fondo del pacchetto-sicurezza di Salvini, che inasprisce e radicalizza le misure repressive gi√† contenute nei¬†precedenti decreti Minniti-Orlando, sta gi√† dando i suoi frutti nei Tribunali, prim’ancora di divenire legge dello Stato.

Come lavoratrici e lavoratori SI Cobas, da anni impegnati in un duro scontro sui luoghi di lavoro, e che ogni giorno dobbiamo fare i conti con la repressione statale che si erge ad estremo baluardo di padroni e speculatori di ogni tipo, non esitiamo neanche un istante ad esprimere la nostra solidariet√† e fratellanza sia¬†ai compagni colpiti da questa infame sentenza, sia a tutto il movimento No Tav, che continua in maniera eroica a resistere da un lato alla scure repressiva, dall’altro al vergognoso voltafaccia operato da chi, come i 5 stelle,¬†ha utilizzato il consenso del popolo valsusino in campagna elettorale per poi tradirne le istanze su tutta la linea¬†una volta varcate le stanze dei bottoni del governo nazionale.

La lotta non si arresta e non si ferma: per questo auspichiamo il rafforzamento di un percorso comune in una comune prospettiva anticapitalista e anti-istituzionale, a partire dalla manifestazione contro il governo e il pacchetto-sicurezza che si terrà il prossimo 27 ottobre a Roma.

SI Cobas Nazionale