Approfondimenti politiciCobasImmigrazioneLogisticaLombardia

[GLS] Rho: lavoratori Gls in sciopero, lo Stato reprime ma gli operai resistono e continuano il picchetto dai cancelli

Oggi sciopero in tutta Italia dei lavoratori e delle lavoratrici Gls, per rivendicare il riconoscimento del S.I. Cobas da parte di Gls Enterprise a livello nazionale per una piattaforma nazionale sui drivers e per il reintegro del drivers in Gls Mantova, licenziato ingiustamente.


Ore 16: in questa foto l’accanimento della polizia nello sgombero del picchetto alla Gls di Rho, come sempre pronti a sostenere gli interessi degli sfruttatori.

Vista la resistenza del picchetto, come atto di provocazione, 6 lavoratori sono stati portati al commissariato di Rho, dove sono stati trattenuti e in seguito liberati su pressione dei compagni pronti a raggiungerli in presidio:

https://www.facebook.com/daniele.mallamaci.1/videos/10219139394854819/

Non solo non abbiamo paura ma al contrario non molliamo il colpo e ritorneremo.

Oggi 13 filiali ferme, Rho e Paderno immobilizzate.


Ore 10: alla Gls di Rho, la Polizia si prepara ad intervenire contro i lavoratori in sciopero, intanto la cooperativa ha fatto entrare, di notte, 15 facchini senza contratto che hanno dormito nei bagni del magazzino in attesa di lavorare.

Qui non si arrende nessuno, pronti a resistere finché Gls enterprise non si siederà al tavolo per riconoscerci i diritti.


Ore 9: è da poco iniziato questa mattina lo sciopero di filiera in Gls, proclamato da S.I. Cobas e Adl Cobas, con l’adesione dei lavoratori di più di 10 filiali.

Tra le tante Rho e Paderno sono completamente ferme.

Vogliamo il pieno riconoscimento del sindacato, i nostri diritti e il reintegro di ogni licenziato politico: basta allo sfruttamento di facchini e autisti!