CampaniaCobasLogistica

[NAPOLI] Contro l’autoproduzione, al fianco di chi lotta!

CONTRO L’AUTOPRODUZIONE
AL FIANCO DEI LAVORATORI IN LOTTA!

Ormai da anni ci battiamo per una maggiore sicurezza sui posti di lavoro e per ottenere il rispetto dei diritti e dei CCNL all’interno del Porto di Napoli, non con chiacchiere e promesse ma con iniziative concrete di lotta.

Ci siamo da sempre schierati contro i paradossali e ingiusti licenziamenti nei terminal container, ottenendo i reintegri di molti lavoratori nei loro posti di lavoro, e contro la totale assenza di protezione e di tutele per chi lavora nel Porto: è insostenibile che gli operai del porto rischino la vita ogni giorno per portare a casa un misero salario!

Oggi quindi ancora una volta scegliamo di stare al fianco degli operai della CULP, contro l’incombente minaccia dell’autoproduzione!

Senza un maggiore controllo dell’autorit√† portuale sull’adeguatezza dei mezzi e sulle condizioni lavorative, senza un controllo dei lavoratori sulle trattative sulle prospettive lavorative, l’autoproduzione diverr√† solo una manovra per precarizzare i lavoratori e favorire padroni e speculatori, andando cos√¨ a discapito delle condizioni salariali e lavorative, e dei tassi occupazionali!

La giornata di oggi dimostra che esiste ancora una concreta solidariet√† tra i lavoratori: ne √® prova la presenza delle compagnie da altre citt√† e gli attestati di solidariet√† giunti persino dall’estero!

Ma questo deve essere solo il primo passo: i lavoratori devono riprendere in mano il loro futuro, al di la delle compagnie e delle aziende di appartenenza.

SOLO UNITI SI VINCE!

Non cadiamo nella trappola dei padroni che ci vogliono divisi a vantaggio dei loro profitti: NO ALLA GUERRA TRA LAVORATORI, NO ALLA GUERRA TRA POVERI!

NO ALL’AUTOPRODUZIONE!

NO AI LICENZIAMENTI ARBITRARI!

NO AL SISTEMA DI APPALTI E SUBAPPALTI!

PER UN LAVORO STABILE E A SALARIO PIENO, 

E PER IL RISPETTO DEI CONTRATTI COLLETTIVI!

I LAVORATORI NON SI SVENDONO!

S.I. Cobas Napoli