Ultime3

Report dell’incontro tra i sindacati aderenti alla Rete Europea dei Sindacati alternativi e di base

sicobas2

sicobas2

Nei giorni 14, 15 e 16 marzo si è tenuto a Berlino un incontro tra i sindacati aderenti alla Rete Europea dei Sindacati alternativi e di base

Tra i suoi promotori sono soprattutto sindacati francesi (Solidaires, CNT) e spagnoli (CGT, Confederacion Intersindical,SOlidaridad Obrera), ma ne fanno parte anche organizzazioni di Belgio, Germania, Svizzera e Italia (CUB, assente a Berlino e USI di Roma), Grecia (Assente).
Il SI Cobas √® stato invitato a partecipare, insieme all’ADL Cobas e SIAL Cobas. Tra gil altri sindacati invitati, le due organizzazioni polacche Inicjatywa Pracownicza (Iniziativa Operaia) e Ozzip(infermieri). Tra gli invitati hanno presenziato due sindacati latino-americani, CSP-Conlutas del Brasile, e Sinaltrainal della Colombia.

Per il SI Cobas, che attribuisce molta importanza ai collegamenti internazionali nello spirito dell’internazionalismo proletario, √® stata anche un’occasione di conoscere altre organizzazioni sindacali di base di altri paesi, e di far conoscere le lotte in corso nella logistica, nella direzione di un coordinamento internazionale delle lotte operaie. A questo riguardo sono state tenute riunioni di settore riguardanti: il trasporto ferroviario, i metalmeccanici, la scuola e il pubblico impiego, che hanno permesso di verificare l’uniformit√† dei problemi su scala europea e quindi la necessit√† di un coordinamento tra le organizzazioni dei lavoratori per rispondere all’offensiva del capitale e degli Stati, che tuttavia ha difficolt√† a tradursi in azioni comuni su scala europea a causa della sporadicit√† delle lotte. Nel campo della logistica, fuori dell’Italia ci sono poche esperienze di lotta ( qualcosa si muove tra i portuali negli altri paesi) anche se riteniamo possibile muoversi verso un coordinamento europeo nel settore dei trasporti, pubblici e privati. Sono stati presi contatti riguardanti i settori della sanit√†, trasporti urbani, industria.

Tra i temi di discussione previsti dagli organizzatori erano gli attacchi alle pensioni attraverso le varie (contro)riforme pensionistiche e l’autogestione. Sul primo tema √® stata verificata la convergenza degli attacchi in termini di innalzamento dell’et√† per la pensione e di tagli alle pensioni pubbliche efinanziarizzazione del risparmio pensionistico per farne una fonte di profitti per il capitale, ed √® stata appoggiata la “Marcha de laDignidad” sfociata nella grande manifestazione di Madrid del 23 marzo.

Sul tema dell’autogestione: diversi sindacati della Rete europea hanno presentato l’autogestione come un percorso per l’accumulo di energie e sviluppo di contropotere, nella direzione dell’abolizione del lavoro salariato.

 

Il SI Cobas, pur non escludendo l’utilizzo di questa forma di lotta, anche come formazione di militanti operai, ha evidenziato il carattere prevalentemente difensivo degli episodi di autogestione in questa fase, diversamente che in periodi di lotte operaie generalizzate, e i limiti dell’autogestione all’interno dei rapporti di produzione capitalistici, dovendo sottostare alle regole del mercato e della concorrenza internazionale, per cui non √® pensabile l’abolizione del lavoro salariato senza il rovesciamento del potere statale del capitale.
Nella mattinata di domenica 16 marzo si √® discusso dell’attacco al diritto di sciopero in Germania attraverso un disegno di legge sponsorizzato dalla confederazione sindacale DGB e ambienti governativi, che renderebbe illegali gli scioperi proclamati da organizzazioni minoritarie ‚Äď lo stesso attacco condotto in Italia attraverso gli accordi tripartiti sulle rappresentanze tra la Triplice, le organizzazioni padronali e il governo. Al termine dell’incontro una delegazione ha inscenato una protesta davanti alla sede di Berlino della DGB e anche la nostra delegazione vi ha partecipato.

Un nuovo incontro della Rete Europea è previsto nel mese di ottobre a Parigi.
A margine della riunione europea c’√® stato un breve incontro nell’ambito del coordinamento internazionale, nel quale Conlutas ha proposto un modello di sito per il collegamento tra i sindacati di base e delle lotte a livello internazionale. Riteniamo che lo strumento potr√† essere molto utile per fare circolare le informazioni sulle lotte in corso, e per realizzare
Conlutas, che √® l’organizzazione pi√Ļ estesa tra quelle presenti agli incontri, con tre milioni di iscritti, sta organizzando una campagna per il boicottaggio del mondiale di calcio in Brasile, in concomitanza del quale √® stato sospeso il diritto di sciopero per due mesi. Esponenti di Conlutas (Tonino e Didi) in visita in Italia hanno tenuto diversi incontri con il SI Cobas, che hanno invitato a partecipare al loro congresso in Brasile.

Dopo gli incontri la delegazione SI Cobas √® stata intervistata da un’operatrice di labournet.tv una TV via internet che si occupa delle lotte dei lavoratori. L’intervista comparir√† a giorni su questo sito tedesco (ci e’ stato detto che la pubblicheranno in lingua francese ed inglese per far circolare nel movimento in questi paesi) che ha gi√† pubblicato un filmato realizzato dai facchini su una settimana di lotta alla Granarolo nello scorso febbraio.

S.I. COBAS nazionale