Approfondimenti politiciCobasImmigrazioneInternazionaleLogisticaLombardia

[LODI] Lavoratori Havi Logistics in sciopero a Massalengo

SCIOPERO IN HAVI LOGISTICS DI MASSALENGO (LO)

Comunicato sindacale

Questa mattina dalle ore 6 è iniziato lo sciopero dei lavoratori della cooperativa Euclide afferente il consorzio Cal di Milano ivi operante presso il magazzino Havi Logistics di Massalengo (LO).

I lavoratori sono a rivendicare la piena applicazione del contratto trasporto merci e logistica, in riferimento alle gravi irregolarità contrattuali e di legge sulla qualità e quantità del lavoro prestato, imposte a questi lavoratori sedicenti soci di questa cooperativa.

I livelli di inquadramento non conformi alle mansioni realmente svolte, alcuni inquadrati al 6 livello svolgono tutti mansioni di 5 livello come facchini qualificati e/o specializzati di 4 livello.

Erroneo o mancante il pagamento delle ore ordinarie e straordinarie e delle previste maggiorazioni, con le buste paga che non riportano tutte le ore lavorate e queste vengono retribuite in nero attraverso un doppio bonifico sul conto corrente di ogni lavoratore, con ciò imponendo un trattamento economico esentasse, con i lavoratori costretti a subire condizioni di lavoro non conformi a legge, con il ricatto di ripercussioni sul posto di lavoro, minacce di allontanamento e/o licenziamento, a questo poi è correlato per molti lavoratori stranieri alle problematiche inerenti i presupposti per il mantenimento del permesso di soggiorno.

A questo si aggiunge la mancata integrazione di malattia e infortunio da parte del datore di lavoro.

La cooperativa Euclide, il consorzio CAL e il committente Havi Logistics in Massalengo, hanno ricevuto numerose comunicazione da parte del sindacato SI Cobas per conto dei lavoratori suoi associati, denunciando talmente le gravi irregolarità contrattuali e normative anche di natura penale.

I sindacati confederali fino ad ora hanno taciuto perch√© conviventi con l’azienda.

Chiediamo l’apertura di un tavolo di confronto con tutte le parti interessate e con gli uffici competenti quali ispettorato del lavoro e prefettura per sanare una situazione insostenibile.

I lavoratori rivendicano salario, diritti e dignità.

9 marzo

SI Cobas prov.le Lodi