CobasdisoccupatiLazioLogistica

[ITALIA] Lavoratori Fedex, disoccupati e solidali caricati a Roma davanti a Montecitorio: 5 manifestanti feriti

Lavoratori FedEx, disoccupati e solidali caricati a Roma:

5 manifestanti feriti

Stamattina siamo tornati per la terza volta a Roma assieme a delegazioni di lavoratori FedEx provenienti da tutta Italia per sollecitare ancora una volta il ministro dello sviluppo economico Giorgetti a convocare un tavolo istituzionale sulla vertenza che vede tuttora in sciopero migliaia di lavoratori.

A sostegno dei facchini anche questa volta i disoccupati 7 novembre di Napoli e una delegazione di giovani della FGC.

Dopo oltre un’ora di presidio sotto Montecitorio abbiamo ancora una volta constatato il totale disinteresse di Giorgetti e del governo Draghi sulle sorti dei 280 lavoratori di Piacenza e dei circa 2000 dell’intera filiera a cui viene negato da mesi il diritto alla rappresentanza e la libertà sindacale.

Il presidio ha così deciso di spostarsi verso piazza Colonna per portare la protesta direttamente fuori Palazzo Chigi.

Dopo pochi minuti i lavoratori sono stati prima spintonati e poi caricati a freddo da più di un centinaio di agenti in assetto antisommossa.

Almeno 7 manifestanti sono stati colpiti alla testa dalle manganellate della polizia: ne sono scaturiti scontri su via del Corso, con la polizia che ha letteralmente accerchiato lavoratori e disoccupati:

https://www.facebook.com/sicobas.lavoratoriautorganizzati.9/videos/974884773258171

Solo dopo una lunga trattativa con la Digos siamo riusciti a tornare fuori Montecitorio e a ottenere la liberazione dei compagni fermati.

Una ragazza è attualmente ricoverata all’ospedale.

In questo momento ci stiamo dirigendo verso la manifestazione a Villa Pamphili contro il Global Health Summit.

Prendiamo definitivamente atto qual è la linea del governo sulle vertenze e sulle lotte dei lavoratori: nessuna volontà di dialogo, ma solo manganellate e repressione.

Ribadiamo ancora una volta che non ci lasceremo intimidire e terrorizzare dalla violenza dello stato borghese.La lotta dei lavoratori FedEx proseguirà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane con ancora maggior determinazione!

Torneremo a Roma ancora più forti e compatti!

BASTA REPRESSIONE!

NO AL PIANO-FEDEX!

IL SINDACATO LO SCELGONO I LAVORATORI!

21 maggio

SI Cobas nazionale


URGENTE: SCONTRI A ROMA

Scontri a Roma su via del Corso, cariche violente, 7 fermati tra disoccupati, solidali e lavoratori.

Il Governo e le istituzioni si assumono oggi la responsabilità anche di questo.

Il corteo ha mantenuto la piazza ora vicino Montecitorio.

TAVOLO INTERISTITUZIONALE SUBITO!

PER DISOCCUPATI E LAVORATORI!

Movimento di Lotta – disoccupati “7 Novembre”