CampaniaCobasdisoccupati

[NAPOLI] I disoccupati: in tribunale ci processano… noi in piazza per salario, lavoro e salute. Nessuna sosta: dobbiamo campare!

IN TRIBUNALE CI PROCESSANO

NOI IN PIAZZA, NESSUNA SOSTA

Questa mattina alla Galleria Principe di Napoli ancora iscrizioni al movimento di lotta ed assemblea pubblica verso l’incontro interistituzionale di domani alla Prefettura.

L’appuntamento per tutti è a Piazza Dante alle ore 10:00 dove spiegheremo le ragioni del movimento.

È urgente affrontare l’emergenza lavoro e i percorsi formativi e d’inserimento al lavoro nei progetti di pubblica utilità per garantire salario ai disoccupati e servizi pubblici a seguito delle numerose interlocuzioni avute con il nostro movimento di lotta dei disoccupati organizzati.

Mettere le istituzioni e gli enti dinanzi alle proprie responsabilità e proprie competenze affinché ognuno possa fare la propria parte per far partire un percorso positivo finalizzato al lavoro.

Domani sarà un passaggio importante ma su cui non nutriamo nessuna illusione. Fino a quando non si partoriranno soluzioni concrete!

Già ci stiamo organizzando per ritornare a Roma!

Nelle stesse ore e giorni una scarica di denunce e notifiche, processi al Tribunale e multe colpisce gli esponenti del movimento e tanti disoccupati/e.

Questa mattina 8 imputati per l’occupazione del Palazzo Reale del 2017 quando accoglievamo il Ministro Minniti che con il suo decreto sicurezza criminalizzava ulteriormente il diritto allo sciopero.

Preoccupa il nostro movimento soprattutto perché potenzialmente punto di riferimento di tanti disoccupati, licenziati e lavoratori precari ancora non organizzati ma che la crisi capitalistica potrebbe portare su questo terreno.

Oltre 940.00 posti di lavoro precari non rinnovati ed ora all’alba dello sblocco formale dei licenziamenti.

Serve un piano straordinario per il lavoro basato sui bisogni sociali, le urgenze sociali, cioè anzitutto della classe lavoratrice, e quindi assumere l’interesse generale di tutta la classe, disoccupati ma anche occupati.

È una indicazione che va ben oltre il 7 Novembre, e ben oltre Napoli.

Se le istituzioni pensano che con poche briciole e illusioni possono chiudere il movimento a poche centinaia di persone per poi poterle portare “per vicoli e vicarielli” e finti progetti come già successo, possiamo dire che abbiamo le spalle larghe e tanta esperienza!

Facciamo appello a tutte le forze solidali, a tutte le realtà che vogliono sostenere la nostra giornata di mobilitazione durante il tavolo interistituzionale partecipando all’assemblea a Piazza Dante alle 10:00 e poi raggiungendo Piazza Plebiscito alle 11:30.

RISPOSTE CONCRETE PER IL LAVORO!

LAVORO O NON LAVORO: DOBBIAMO CAMPARE!

SALARIO GARANTITO, SALARIO SOCIALE!

Movimento di Lotta – Disoccupati “7 Novembre”