Cobas

[MALPENSA] Lotta e solidarietà contro impoverimento e ricatti

Nord e Sud in crisi per un mondo del lavoro che specula sempre più sulle difficoltà economiche delle famiglie.

Il ricatto continuo al fine di imporre qualsiasi condizione di lavoro è causa anche dei sindacati confederali che sono diventati il braccio armato delle aziende.

Chi lotta nelle aziende per denunciare le malefatte manageriali viene isolato e attaccato fino ad arrivare a ingiusti licenziamenti punitivi.

Il sostegno politico e la modifica delle Leggi ( jobsact) sono un passo necessario per evitare la distruzione di ulteriori posti di lavoro e far ripartire l’economia. 

Giorno 23 luglio a Roma, negli uffici del ministero dei trasporti si terrà un incontro tra il ministro Toninelli e tutte le sigle sindacali, tranne SiCobas, per trattare il tema del lavoro negli aeroporti italiani.

A Malpensa e Linate abbiamo già conosciuto la politica della Lega che in continuità con gli altri partiti ha fatto solo disastri.

Adesso il movimento 5 stelle ha la possibilità di dare una spallata al sistema di gestione creato per favorire i potenti a scapito dei lavoratori e territorio.

Non essere in quel tavolo, nonostante le richieste inviate, non ci consentirà di denunciare quanto accade in aeroporto.

Stipendi dei manager, appalti poco trasparenti, sindacati di comodo, lavoratori discriminati e vessati da contratti interinali e Mog, assunzioni facili, dismissioni di attività molto remunerative, ecc… 

Ferla Salvatore – SiCobas