CampaniaCobasdisoccupati

[NAPOLI] Importante passo in avanti dei disoccupati per salario e formazione. Lavoro o non lavoro, dobbiamo campare

UN IMPORTANTE PASSO IN AVANTI!

Una giornata in piazza conclusa poco fa con un incontro in Prefettura che ci ha ricevuto informandoci dei passaggi politici e tecnici svolti con il Comune di Napoli, il Sindaco e l’Assessore al Lavoro, la Regione Campania ed il Ministero del Lavoro svolti in queste settimane.

Ci √® stato comunicato che per dare seguito alle indicazioni emerse nell’ultimo Tavolo Interistituzionale √® stato utile firmare, con un articolo specifico, l’Accordo sulla Sicurezza Integrata firmato l’altro giorno perch√© sar√† possibile (come prevede l’art .11) attivare strumenti straordinari da affiancare al Tavolo Interistituzionale contro le situazioni di crisi lavorative e la disoccupazione dinanzi ai disagi sociali conseguenti.

Nel frattempo abbiamo avuto informazioni circa alcuni specifici finanziamenti individuati nel PNRR, nelle risorse della misura G.O.L., altri finanziamenti ordinari rispetto le politiche attive per il lavoro e la formazione su progetti di pubblica utilità a cui si potrà fare riferimento e di cui abbiamo ampiamente discusso.

La Prefettura ha confermato che gi√† si √® confrontata anche con il Comune su varie ipotesi progettuali e non appena l’amministrazione comunale gi√† dalla prossima settimana avr√† preso atto di alcuni avvisi e finanziamenti anche della Regione Campania sar√† possibile proseguire il Tavolo Interistituzionale.

Nello stesso tempo tutte le forze politiche ed i Capogruppi di maggioranza ed opposizione hanno condiviso un documento politico in cui sostengono all’unanimit√† le rivendicazioni del Movimento 7 Novembre, il percorso indicato, riconoscendo l’attivit√† fatta questa estate sulle spiagge cittadine, la richiesta di accelerare il Tavolo Interistituzionale, la sollecitazione alla Regione Campania di fare la sua parte, l’impegno a creare tutte le condizioni favorevoli per dare un segnale positivo alla vertenza, la convocazione della Commissione Lavoro ad hoc sulla nostra vertenza per spingere l’amministrazione comunale ad individuare soluzioni concrete.

In conclusione l’amministrazione comunale ci ha informato dell’incontro con l’assessorato al lavoro per i primi giorni della settimana prossima per proseguire in questa direzione.

Le iniziative di lotta e la mobilitazione senza sosta del movimento dei disoccupati dimostrano che questa √® l’unica strada collettiva per un salario ed un lavoro.

Qualcuno ha detto che non √® accettabile trasformare l’emergenza sociali in intimidazioni e violenza.

Infatti… noi abbiamo organizzato un malcontento fatto di condizioni di vita precarie ed abbiamo costruito un movimento di lotta incessante che rivendica il diritto a vivere una vita dignitosa, senza padroni, senza ricatti, senza vedersi alla giungla del mercato del lavoro, delle Agenzie Interinali, dello sfruttamento del lavoro nero dando un punto di riferimento a centinaia di proletari facendo valere la propria forza di classe.

La violenza √® altra cosa: √® licenziare, tagliare pensioni e salari, gestire in maniera criminale una crisi sanitaria pensando ai profitti e non alla salute, √® inquinare le terre, √® campare sulla fame della gente, √® produrre barbarie sociale e guerra tra poveri, √® bombardare paesi e popoli per interessi economici, √® finanziare guerre e chiudere ospedali, √® arrestare lavoratori che rivendicano il proprio stipendio scioperando davanti l’azienda, √® chiudersi dentro i palazzi del potere, √® avallare i sistemi clientelari tra sindacati, politica ed aziende, √® far vivere decine di detenuti in una cella di pochi metri quadrati.

Informiamo che abbiamo raccolto centinaia di FFP2 come richiesto da tante famiglie dei detenuti a Poggioreale.

Nei prossimi giorni informeremo pubblicamente della distribuzione a Poggioreale e nel Carcere femminile di Pozzuoli.

Domani saremo in piazza alle 16:30 a Piazza Plebiscito con altri attivisti/e per unirci alla protesta contro la gestione caotica e criminale della pandemia ed indicare i veri responsabili.

Per i primi giorni della prossima settimana ritorniamo in piazza per la nostra vertenza.

20 gennaio

Movimento di Lotta – Disoccupati “7 Novembre”


GLI IMPEGNI ASSUNTI, VANNO MANTENUTI!

Nella giornata odierna, in sede Prefettizia di Napoli, è in corso un incontro con il Sindaco di Napoli, il Presidente della Regione Campania, il Prefetto di Napoli, il Ministro degli Interni.

Il tema è la firma di un Accordo sulla Sicurezza Integrata per la città di Napoli.

Tra le varie cose che prevederebbe tale Accordo su cui ci esprimeremo quando avremo elementi per farlo, ricordiamo che ci fu comunicato ed indicato già nel tavolo del 5 Novembre come passaggio istituzionale che avrebbe potuto aprire la strada a progetti per concepire la sicurezza della città in termini di lavoro finalizzato a soddisfare bisogni sociali soprattutto nelle aree marginali della città e non esclusivamente tramite la militarizzazione dei territori.

Quindi anche dare risposte agli impegni assunti con il Movimento.

A seguito di una lunga discussione nella Questura di Napoli, negli uffici della Digos, ci è stato comunicato che Piazza Plebiscito era interdetta per la data odierna, comunicandoci che sarebbe stato per la vertenza preferibile aspettare questo passaggio per avere ulteriori informazioni circa il prosieguo degli impegni assunti nel Tavolo Interistituzionale con la nostra platea.

A questa situazione pensiamo sia necessario costruire una presa di posizione chiara, larga e partecipata innanzitutto dai disoccupati del movimento.

Da settimane respiriamo un clima ancora di pi√Ļ preoccupante in citt√† che si trasforma in un escalation di criminalizzazione della lotta dei disoccupati e delle rivendicazioni sociali proprio mentre gli enti discutono di come gestire un fiume di denaro pubblico derivante dal PNRR e non solo.

Facciamo appello a tutte e tutti affinché questa vertenza non venga continuamente gestita esclusivamente come problema di ordine pubblico.

Chi sta inasprendo la situazione √® chi non sta informando nei tempi e nelle modalit√† che erano state concordate nei tavoli svolti in precedenza alla presenza del Ministro del Lavoro, il Prefetto di Napoli, il Sindaco di Napoli, l’Assessore al Lavoro del Comune.

Per tanto domani saremo in piazza alle h 15:30 a Piazza Municipio per l’audizione con il Capogruppi del Consiglio Comunale gi√† fissata e chiederemo successivamente le necessarie informazioni in Prefettura e soluzioni che il movimento ha il diritto di avere!

Nel frattempo questa mattina una nostra delegazione era anche a Torre del Greco, perch√© la nostra lotta si sta ampliando in tante citt√† e territori: l’unica arma che abbiamo √® allargare la nostra lotta e le nostre forze in campo.

19 gennaio

Movimento di Lotta – Disoccupati “7 Novembre”