CobasTessileToscana

[PRATO] Vittoria dei lavoratori TopLine in sciopero. La lotta paga: per tutti rispetto del Ccnl, a tempo pieno e indeterminato

VITTORIA DEI LAVORATORI #TOPLINE: LA LOTTA PAGA!

Dopo un mese di agitazione e quattro giorni e quattro notti ai cancelli, firmato l’accordo che garantisce tutti i posti di lavoro ed il rispetto del contratto nazionale.

I lavoratori vengono assorbiti dalla Iron&Logistics, società su cui i committenti avevano traferito le commesse dopo le denunce e gli scioperi.

I lavoratori non saranno più lavoratori in appalto, ma dipendenti diretti.

Non ci saranno più precari, ma saranno tutti assunti a tempo indeterminato.

Non ci saranno più part-time, ma solo contratti a tempo pieno.

La lotta paga.

La storia dei lavoratori della TopLine è l’ennesima dimostrazione.

L’accordo raggiunto è un risultato importante non solo perché garantisce il rispetto del contratto nazionale.

Ma soprattutto perché interviene ad “accorciare” la lunga catena di appalti e subappalti dove troppo spesso scompaiono diritti e dignità del lavoro.

La sindacalizzazione ed il protagonismo dei lavoratori, anche attraverso scioperi e picchetti, si conferma un elemento irrinunciabile per cambiare questo distretto.

A chi dai palazzi continua ad attaccare il Si Cobas sostenendo che “con gli scioperi non si risolve nulla” ed altre vere e proprie panzanate, noi continuiamo a rispondere con i fatti che dimostrano il contrario.

La realtà è che grazie alla lotta sempre più lavoratori stanno riconquistando i diritti loro negati in questo distretto.

Sindacalizzazione, scioperi e controlli degli enti ispettivi devono continuare a procedere in sinergia nello sforzo comune di combattere l’illegalità nel distretto.

E la politica?

Speriamo non resti a guardare e riconosca che il problema di questa città non è il Si Cobas – nè i lavoratori che ad esso hanno liberamento scelto di associarsi – bensì lo sfruttamento.

SI Cobas Prato